Il presepe meccanico a San Luigi (Il presepe del nonno)

Stampa
Data pubblicazione Scritto da Redazione

E’ nato nel 1972 “Il Presepio del nonno” e da allora ogni anno è cresciuto un po’  fino a diventare l’attuale imponente opera dioramica meccanizzata “ALFA & OMEGA”, ovvero il principio e la fine della vita di Gesù di Nazaret.
La parte nominata “Alfa” cioè il principio, riproduce ipoteticamente uno scorcio della cittadina di Betlemme,  il luogo dove Gesù è nato, mentre la parte nominata “Omega” riproduce l’ipotesi di una parte della grande Gerusalemme, la parte interessata dai fatti che riguardano la sua fine terrena.
Tutta l’opera con un fronte di 12 mt. e un totale di 147 metri cubi, è racchiusa in una cornice composta da colonne in stile dorico-corinzio a sostegno di un frontone a portale che crea due campate, una per la Natività e una per la Passione.
Più di mille personaggi e animali, molti dei quali in movimento, animano tutta l’opera così come progettato e realizzato dal Sig.Francesco Sarasi e dai suoi validi aiutanti
L’opera è visitabile tutto l’anno previo appuntamento telefonico, mentre rimarrà aperta nei periodi: Natalizio e Pasquale dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

panoramica

Da un terzo di secolo il presepio del “nonno” racconta la lieta novella.
Il presepio nella sua prima versione, fu costruito nei primi anni ’70 dal Sig. Francesco Sanasi con la collaborazione dei propri familiari, e la casa del nonno Sanasi fu la sede del primo allestimento; La prima sede pubblica del presepio è stata la chiesa dei “S.S. Apostoli” sita in via C. Pavese nella chiesa provvisoria prima, e nella nuova chiesa dopo.
Con il trasferimento del costruttore il presepio è approdato a Beinasco nella chiesa di S.Luigi sita in Borgo Melano.
I personaggi e le figure di animali presenti nel presepio sono oltre 300 (con altezza da 3 a 13 cm. nell’intento di rispettare la prospettiva);
Circa 100 di questi sono animati da movimenti elettromeccanici, ottenuti con piccoli motoriduttori recuperati da elettrodomestici dismessi e giocattoli rotti.
Molte statuette sono state realizzate a mano dal costruttore con creta e/o pasta per modellare;

Friday the 20th.